blog

CALCE E CEMENTO: QUAL E’ LA DIFFERENZA?

CALCE E CEMENTO: QUAL E' LA DIFFERENZA?

CALCE E CEMENTO: QUAL E’ LA DIFFERENZA?

Se vivi in un edificio in muratura costruito prima degli anni ’50, c’è una buona possibilità che sia così costituito: muri portanti in mattoni o pietra, tetti sostenuti da volte o travi di legno e, per tenere insieme il tutto e per intonacare, la calce. Ma perché questo è un fattore importante?

L’opportunità di utilizzare la calce o il cemento è molto importante e l’uso di malta sbagliata può causare danni irreparabili soprattutto nel caso di restauro di mattone storico. Per questo motivo vale la pena spiegare le differenze tra i due, come determinare quale è stato utilizzato per costruire il proprio edificio e anche dove trovare la malta corrispondente per restaurare una vecchia casa.

Una volta che si conosce la differenza tra calce e cemento è possibile intraprendere il lavoro di restauro degli edifici storici danneggiati utilizzando il giusto mix di materiali e tecniche.

La calce

La calce esiste sin dai tempi dei Romani. Si ottiene cuocendo rocce di calcare, marmo, conchiglie o altri materiali contenenti carbonato di calcio, che si trovano in abbondanza in tutto il mondo. La calce idraulica è costituita principalmente da idrossido di calcio e può far presa anche in acqua. La calce comune, invece, si produce cuocendo sabbie calcaree pure e indurisce solo all’aria. 

Il cemento

Il cemento Portland, il più usato, fu inventato nel 1824. Ha preso questo nome perché aveva un colore simile a una pietra ampiamente usata nell’isola di Portland al largo della costa dell’Inghilterra. Il cemento Portland visse una forte crescita dal 1871 al 1920, quando la sua resistenza lo rese ideale nella rapida crescita dell’America durante la Rivoluzione industriale.

Molto rapidamente divenne un additivo privilegiato per le malte di calce residenziali e commerciali per ottenere una resistenza alla compressione più rapida e più alta, e alla fine sbaragliò quasi completamente l’uso della malta di calce entro la metà del ventesimo secolo.

Si possono consigliare cicli risananti in sola calce idraulica naturale, accompagnati da inversione di polarità dell’umidità

Perchè il cemento non va utilizzato per la ristrutturazione ed il risanamento dei muri umidi?

Per coloro che si apprestano a ripristinare un edificio storico costruito prima del 1950, è importante scegliere la malta giusta per evitare danni. Se, infatti, la malta selezionata è più dura del mattone utilizzato, il mattone stesso finirà per consumarsi, provocando danni irreparabili. La malta dovrebbe essere sempre più morbida del mattone con cui è accoppiata. Più si aggiunge cemento alla malta, più questa diventa dura e maggiore sarà il rischio di danneggiare il mattone.

Per il restauro e le ristrutturazioni, ma anche per il risanamento dei muri umidi bisogna usare solo intonaci a base di calce idraulica naturale senza cemento.

Ma perché questo aspetto è così importante per le case più vecchie? Perchè se usi una malta di cemento per sistemare dei muri vecchi, si creano delle differenze strutturali, con parti più forti di cemento appoggiati su vecchi elementi molto più deboli.

Non solo. Nel cemento si forma quasi sempre un sale che nella calce, invece, è assente. Questo sale, chiamato Ettringite, causa delle micro fessure nei muri attraverso le quali si insinua l’umidità, degradando il muro. Inoltre, l’intonaco di cemento è molto meno traspirante dell’intonaco a base di calce, il che aumenta la possibilità di umidità di risalita.

Contatta un esperto!

Devi ristrutturare la tua vecchia casa? Oppure devi effettuare il risanamento di muri umidi? Prima di ricorrere a soluzioni provvisorie come cappotti interni o esterni e intonaci “deumidificanti”, rivolgiti ad un professionista del settore! Contatta il consulente specializzato Stefano Rosignoli direttamente al numero 349 1282151, oppure completa il modulo di contatto online per ricevere una chiamata e iniziare a risolvere i tuoi problemi di umidità di risalita. Chiamaci per un sopralluogo o un preventivo senza impegno!