blog

Perchè lavorare a maglia fa bene

ANGOLI CREATIVI PERCHé-LAVORARE-A-MAGLIA-FA-BENE

PERCHE’ LAVORARE A MAGLIA FA BENE!

Forse lavorare a maglia non è esattamente in cima alla tua lista delle cose da fare, e ti capiamo, ma sappi che… dovresti trovare il tempo per farlo! Perché? Beh, non ci crederai ma sferruzzare (ma anche l’uncinetto, il ricamo e, più in generale, tutti gli hobby manuali) offre un’ampia gamma di benefici… oltre a qualcosa di bello e prezioso da indossare/coccolare/regalare alla fine del lavoro!

 

1. Ti rende orgogliosa di quello che stai facendo

Lavorare a maglia non è facile come sembra… e soprattutto non tutti lo sanno fare. Mostrare qualcosa che hai fatto a qualcuno che non ha la minima idea di come lo hai creato è come… svelare una sorta di magia! Preparati a ricevere un sacco di complimenti (e di richieste di capi personalizzati!).

La bellezza degli accessori artigianali: il massimo del lusso per la tua casa.

2. Ha gli stessi benefici della meditazione

Lavorare a maglia può essere molto rilassante. I progetti più semplici di solito si basano su pochi punti da ripetere in serie, quindi non è assolutamente necessario sforzare la memoria per portare a termine il lavoro. Il movimento ritmico e ripetitivo ha gli stessi benefici per la tua mente e per il tuo corpo di una lezione di meditazione.

 3. Allevia i sintomi di ansia, stress e depressione

Il senso di concentrazione che genera il lavoro a maglia può aiutare ad attenuare i sintomi dell’ansia, della depressione e dello stress. Stare seduti a sferruzzare riduce la frequenza cardiaca e abbassa la pressione arteriosa già dopo pochi minuti, quindi “armarsi” di uncinetto e ferri da maglia quando si percepisce l’ansia o quando la depressione inizia a fare capolino può sicuramente aiutarci a tenere a bada quei sintomi.

 

4. Aiuta a migliorare le funzioni motorie

Il lavoro a maglia stimola quasi tutto il cervello in una volta: il lobo frontale (dove risiedono le nostre capacità legate all’elaborazione, all’attenzione e alla pianificazione), il lobo parietale (che gestisce le informazioni sensoriali e la percezione spaziale), il lobo occipitale (che elabora le informazioni visive), il lobo temporale (che sovrintende alla memorizzazione dei ricordi e all’interpretazione del linguaggio) e il cervelletto (che coordina precisione e tempistica del movimento). Ecco perché il lavoro a maglia può essere un valido aiuto per le persone colpite da malattie come il Parkinson per migliorare le loro funzioni motorie, distraendole in tal modo da altri sintomi dolorosi.

 

5. Rallenta il declino cognitivo

Il lavoro a maglia aiuta non solo a migliorare la funzione motoria e l’umore, ma stimola anche il cervello mantenendolo in questo modo lucido e attivo. Secondo alcune ricerche, gli anziani che si dedicano all’artigianato (incluso il lavoro a maglia) hanno il 30-50% di probabilità in meno di riportare un lieve deterioramento cognitivo rispetto a quelli che non lo fanno.

 

6. Aiuta a prevenire l’artrite e la tendinite

Così come è bene allenare il cervello per mantenerlo in salute, allo stesso modo avviene per le articolazioni. Usando le dita si costruisce la cartilagine rendendola più forte, invece di consumarla. Hai già l’artrite? Usa aghi più grandi per fare meno fatica.

 

Ora che sai tutto sui benefici per la salute del lavoro a maglia, scopri i capolavori rigorosamente hand-made firmati Angoli Creativi! Acquista il tuo accessorio personalizzato e magari, la prossima volta, prova a realizzarne uno da sola!

2 pensieri su “Perchè lavorare a maglia fa bene

I commenti sono chiusi.